Classifica mondiale vendite Gruppi auto 2020: Stellantis scivola al sesto posto -

Classifica mondiale vendite Gruppi auto 2020: Stellantis scivola al sesto posto

classifica gruppi auto 2020

Dove si posiziona il nuovo colosso dell’auto da 170 miliardi di euro all’anno di fatturato e 14 marchi diversi? Parliamo del conglomerato FCA+PSA. Il blog dell’analista di Jato Dynamics Felipe Munoz lo svela. Classifica mondiale vendite Gruppi auto 2020: Stellantis scivola al sesto posto. Non più quarto posto teorico virtuale del 2019. Ricordiamo che la storia Gruppo con Tavares ceo è iniziata ufficialmente il 14 gennaio 2021.

Classifica mondiale vendite Gruppi auto 2020: le top sei

L’anno scorso le vendite sommate di Fiat Chrysler e PSA hanno toccato quota 6,2 milioni, registrando un calo rispetto al 2019 del 22%.

  1. Toyota con 9,5 milioni.
  2. Volkswagen
  3. Renault-Nissan-Mitsubishi
  4. General Motors
  5. Hyundai
  6. Stellantis 6,2 milioni

Per dare l’idea, ballano 3,2 milioni tra il leader e Stellantis.

Vendite 2020: pandemia devastante

Tra le cause del crollo delle vendite, la pandemia, ma questo vale per tutti.

Le cose sono andate male in Cina: 111.300 esemplari venduti in totale nella Repubblica popolare nel 2020, con una quota di mercato dello 0,4%. Proprio in Cina Stellantis dovrà rafforzarsi.

I parziali? PSA 2,5 milioni di veicoli (forte in Europa), in calo del 27% rispetto all’anno precedente e pari al 41% del totale di Stellantis.

FCA a -18% per 3,6 milioni di veicoli venduti, aggiudicandosi così il 59% di quota di mercato del gruppo Stellantis. Il risultato è soprattutto merito della forte presenza di Fca in Nord America, con super Jeep: 1,2 milioni di esemplari venduti nel 2020 a livello globale (-17%). Seconda posizione per Fiat con 1,1 milioni di consegne (-15%), seguita da Peugeot (1,1 milioni, -22%), Ram (744mila, -12%), Citroën (722mila, -27%), Opel (635mila, -34%), Dodge (312mila, -38%) e Chrysler (122mila, -11%), Alfa Romeo (62mila auto, -30%), DS (47mila, -16%), Lancia (43mila, -27%), Abarth (18mila, -27%) e Maserati, 17mila unità, in calo del 37%.